Storia di Tönle - L'anno della vittoria

Storia di T nle L anno della vittoria Ancora una volta Rigoni Stern riesce a tracciare con semplicit di mezzi espressivi un epopea minima ma non per questo meno vera e intensa La storia di Tonle bintarn contadino veneto pastore contra

  • Title: Storia di Tönle - L'anno della vittoria
  • Author: Mario Rigoni Stern
  • ISBN: 9788806134280
  • Page: 358
  • Format: Paperback
  • Ancora una volta Rigoni Stern riesce a tracciare con semplicit di mezzi espressivi un epopea minima, ma non per questo meno vera e intensa La storia di Tonle bintarn, contadino veneto, pastore, contrabbandiere ed eterno fuggiasco, l odissea di un uomo che tra la fine dell Ottocento e la Grande Guerra rimane coinvolto per caso nei grandi eventi della storia e combatte uAncora una volta Rigoni Stern riesce a tracciare con semplicit di mezzi espressivi un epopea minima, ma non per questo meno vera e intensa La storia di Tonle bintarn, contadino veneto, pastore, contrabbandiere ed eterno fuggiasco, l odissea di un uomo che tra la fine dell Ottocento e la Grande Guerra rimane coinvolto per caso nei grandi eventi della storia e combatte una battaglia solitaria per la sopravvivenza sua e della civilt cui sente di appartenere L anno della vittoria la continuazioni ideale della storia di Tonle , quello che va dal novembre 1918 all inverno successivo e racconta la storia di una famiglia e di un paese che devono risollevarsi dall immane naufragio della guerra Il lento ritorno alla vita, la fatica di riannodare i fili degli affetti e dei sentimenti, la riscoperta di luoghi e ritmi di vita perduti.

    One thought on “Storia di Tönle - L'anno della vittoria”

    1. STORIA DI TÖNLE (Scritto ad Asiago nel lungo inverno 1977-78) Un ciliegio sul tetto” Dal margine del bosco, guardingo come un animale selvatico che aspetta l’imbrunire per uscire allo scoperto, guardava la sua contrada, e il paese laggiù, dentro lo slargo dei prati. Il fumo odoroso della legna si scioglieva nel cielo rosa e violetto dove le cornacchie volavano a gruppi, chiamandosi.La sua casa aveva un albero sul tetto: un ciliegio selvaggio. Il nocciolo dal quale era nato l’aveva posato [...]

    2. Caro Mario, permettimi di darti del tu, ti conosco da tanto tempo, ho letto quasi tutti i tuoi libri, il primo fu nei miei vent'anni, Il sergente nella neve, e poi hai la stessa età di mio padre. Ti vedo come un grande vecchio pieno di saggezza, hai sperimentato gli orrori della la guerra e la vita semplice e difficile del montanaro, hai saputo raccontare con pacata serenità anche le tragedie più grandi, la guerra, la morte di tua moglie. La montagna è stato il tuo vero amore, con grande umi [...]

    3. Fiore di montagnaUn personaggio difficile da dimenticare Tönle Birtan, una gemma questo racconto lungo di Rigoni Stern.Montagne e pianure, cime aguzze e più dolci pendii sono tutt’uno con la ruvida e delicata al tempo stesso, umanità di un uomo che ama la sua terra e la sua vita, scandita com'è dai ritmi di una natura che segue le sue leggi, implacabili ma giuste.Tönle lavora duramente, ama, compone poesie, quelle dei piccoli gesti e degli affetti semplici: delle stampe che son merce da v [...]

    4. Testamento spirituale di Mario Rigoni Stern, anno 2008:Difatti io dico sempre: spero di non morire sotto Berlusconi. Non per la mia età, perché potrei andarmene anche domani, ma per il fatto di avere un po' di speranza sulla vita e sull'umanità. Direi che Berlusconi non è un uomo che dà speranza. Eppure, c'è una poesia di García Lorca che di New York dice: 'Voglio che un bimbo negro annunci ai bianchi dell'oro l'avvento del regno della spiga.' Perché a volte, vede, guardandosi intorno, s [...]

    5. Sono contento di averlo letto. Questi racconti mi hanno emozionato - un legame con la terra, con i luoghi, che non ha nulla a vedere con i confini. Una vita semplice, in cui emergono e colpiscono le cose che davvero sono importanti.

    6. "Il trenino a cremagliera saliva sbuffando portando munizioni e armi e notizie dai vari fronti di questa guerra che già chiamavano mondiale come se ciò fosse progresso."

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *