La libertà dei servi

La libert dei servi Se essere cittadini liberi vuol dire non essere sottoposti a un potere enorme e assolvere i doveri civili evidente che gli italiani non possono dirsi liberi ossia sono s liberi ma liberi nel senso

  • Title: La libertà dei servi
  • Author: Maurizio Viroli
  • ISBN: 9788842092797
  • Page: 245
  • Format: Paperback
  • Se essere cittadini liberi vuol dire non essere sottoposti a un potere enorme e assolvere i doveri civili, evidente che gli italiani non possono dirsi liberi ossia, sono s liberi, ma liberi nel senso della libert dei sudditi o dei servi.Gli italiani hanno dimostrato nei secoli una spiccata capacit di inventare sistemi politici e sociali senza precedenti Anche la traSe essere cittadini liberi vuol dire non essere sottoposti a un potere enorme e assolvere i doveri civili, evidente che gli italiani non possono dirsi liberi ossia, sono s liberi, ma liberi nel senso della libert dei sudditi o dei servi.Gli italiani hanno dimostrato nei secoli una spiccata capacit di inventare sistemi politici e sociali senza precedenti Anche la trasformazione di una repubblica in una grande corte un esperimento mai tentato e mai riuscito prima Rispetto alle corti dei secoli passati, quella che ha messo radici in Italia coinvolge non pi poche centinaia, ma milioni di persone e le conseguenze sono le medesime servilismo, adulazione, identificazione con il signore, preoccupazione ossessiva per le apparenze, arroganza, buffoni e cortigiane Poich il sistema di corte ha plasmato il costume diffondendo quasi ovunque la mentalit servile, il rimedio dovr essere di necessit coerente alla natura del male, vale a dire riscoprire, o imparare, il mestiere di cittadini Per quanto sia ardua, la sola via Il primo passo capire il valore e la bellezza dei doveri civili.

    One thought on “La libertà dei servi”

    1. "Insegnare a ragionare su questioni morali è forse in Italia il più urgente impegno civile. L'analfabetismo morale ha raggiunto proporzioni allarmanti, forse più di quello letterario". (p. 134)

    2. Grande precisione nel'esposizione dei concetti e dei testi di riferimento; aspro nell'esame della condizione politica dell'Italia di oggi, frutto delle radici ammalorate di una società avvezza al servilismo. Una menzione negativa per l'edizione elettronica: impaginazione scadente e note non funzionanti affliggono seriamente la lettura.

    3. Just a book by a guy is not very ok with Berlusconi. Quiet exploitable. You can change Italians to any other nation, change Berlusconi on any politician, that stays in power long enough. And guess what? The book will sound the same. No sure such that is a good thing for a book.

    4. Original argument, great application of the republican theory to modern Italy. Especially liked the recommendations on how to get out of the culture of servitude. However, missed reflection on how the initial transformation from citizenry to servility took place.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *